Risotto Pannerone e Pere

La mia prima ricetta non poteva che essere un risotto lombardo, un piatto che sublima uno dei gusti da me preferiti, quel dolce salato, il cui equilibrio fa impazzire chef di mezzo mondo. Il Pannerone è un formaggio tipico lodigiano, non ha nessun procedimento di salatura, si produce tutto l’anno ed al gusto si presenta inizialmente dolce per poi lasciare quell’amaro in bocca che è la sua caratteristica principale. Per questa sua peculiarità l’accostamento migliore è un frutto dolce e morbido: la pera.

Vediamo la ricetta:

4 PERSONE

RISOTTO con PANNERONE e PERE

brodo  leggero di carne o vegetale, io preferisco vegetale, per non appesantire troppo il gusto del piatto

burro q.b.

1 piccola cipolla bionda o scalogno, a vostra scelta

200 g di Pannerone

200 g di pere decane

350 g riso carnaroli o vialone nano

1 bicchiere di vino bianco

Sciogliere in una casseruola il burro (c’è chi usa anche l’olio in aggiunta, ma trovo un po’ troppo forte l’EVO ed inutile un semi qualunque), unire la cipolla tritata molto finemente (non deve essere più grande del chicco) e lasciarla appassire. Appena la cipolla diventa trasparente, aggiungere il riso e lasciarlo tostare.

Versare il vino e lasciare sfumare.

Continuare la cottura, aggiungendo un mestolo di brodo bollente di tanto in tanto e mescolare. (sempre bollente, se no si rovina la cottura del riso).

Sbucciare la pera, quindi tagliarla a pezzetti. Tagliare anche il Pannerone e mescolarlo con le pere. (tenerne da parte qualche pezzo per l’impiattamento)

Quando il riso è più che al dente, inserite le pere, le fate sciogliere col formaggio, a cottura quasi ultimata, spegnete il fuoco, mettete un po di burro e fate mantecare per pochi minuti.

Servite subito e molto velocemente, il formaggio rischia di risolidificarsi, perdendo la sua buonissima cremosità.

P.S. nella foto sono pere williams, ma le decane sono nettamente meglio!

Una musica scoppiettante, da ascoltare attentamente per non perdere il ritmo, si sa, il risotto non va mai perso di vista: Nada “Ma che freddo fa”.

21436235_1865640643753867_9064152831778357248_n

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...